AGRICICLO 2030

Azione 2

DECARBONIZZAZIONE E RIDUZIONE DEGLI IMPATTI DELLA ATTIVITÀ UMANE

Il primo pilastro della Strategia mira a orientare lo sviluppo del territorio verso una transizione energetica circolare ed efficiente, che possa concorrere al decremento dell’uso dei combustibili fossili, gradualmente sostituiti da fonti più sostenibili, e massimizzare l’uso delle risorse rinnovabili. Il fine ultimo è quello di contribuire al processo di decarbonizzazione e riduzione degli impatti legati alle attività umane in un’ottica “fossil free”, come stabilito dall’Accordo di Parigi e dal più recente Green Deal Europeo.

RESILIENZA DEL TERRITORIO

Il secondo pilastro della Strategia mira ad aumentare la resilienza e l’adattamento del territorio attraverso interventi che, integrati tra loro secondo un approccio sistemico, garantiscano una maggior tutela degli ecosistemi che caratterizzano il territorio, sia urbano che agricolo, ne preservino il valore ecologico e ne favoriscano la crescita. Rientra in questo pilastro, quindi, la fornitura di servizi ecosistemici che regolino la qualità di acqua, aria e suolo, che incentivino il consumo di cibo locale a chilometro zero, creino una nuova continuità tra verde pubblico e privato e, più in generale, aumentino il benessere delle comunità.